Il nostro sito fa uso di cookie per garantirti la migliore esperienza uso. Continuando la navigazione accetti la nostra Privacy & Cookies Policy. Ok



STORIA di POGGIO BERNI: Poggio Berni si trova nello splendido e verdeggiante entroterra romagnolo, sotto la provincia di Rimini e poco distante dal più noto comune di Santarcangelo.

L'origine del nome risale al tempo dei romani quando il primo nucleo di persone era costituito da un accampamento militare romano invernale, esso veniva chiamato infatti: Poggium Hibernorum.

In epoca medioevale diventò feudo della potente Signoria dei Malatesta, del cui castello (1335)oggi purtroppo rimane ben poco.

A partire dal 1600 il borgo di Poggio Berni passò nelle mani della famiglia toscana dei principi Montemaggi, i quali rimasero nell storia grazie alle loro gesta altruistiche ed umane (il principe don Sebastiano si adoperò per fornire una dote adeguata alle ragazze senza marito mentre il principe don Giacomo cercò di rendere più sopportabili le condizioni dei carcerati rinchiusi nelle grotte piene d'acqua).

Il secolo successivo e precisamente nel 1763, il piccolo borgo, dopo essere stato acquistato da papa Clemente XIII, divenne di proprietà dell Stato Pontificio (Legazione di Romagna) mentre nel 1816 passò alla Legazione di Forlì. Infine Con il plebiscito del marzo 1860 Poggio Berni entrò a far parte del Regno di Sardegna, che l'anno seguente divenne Regno d'Italia.

ATTRATTIVE:come già detto poco è rimasto del castello medievale fortificato nel 1335 dai Malatesta, mentre è ancora bellissimo il quattrocentesco Palazzo Marcosanti, un tempo fattoria fortificata e oggi trasformato in un lussuoso agriturismo. L'edificio risale alla fine del XIII secolo e sin dall'inizio ricoprì un ruolo importante: qui vi si celebravano le nozze tra le più illustri e potenti famiglie dell'epoca (I Malatesta, i Della Rovere, i Doria, i Montefeltro, i Gonzaga, i Medici e gli Albani...) e per questo veniva chiamato "Castello dei Matrimoni", solo in seguito prese il nome della famiglia Marcosanti, che lo acquistò nel XIX secolo.
Con la "tomba" Palazzo Tosi è possibile ammirare due magnifici esempi di architettura di differenti epoche del passato.

Lungo il Marecchia (che raccoglie centinaia di fossili, a testimonianza del suo antico passato), vi sono tre mulini, con pale ad acqua, splendidi esemplari dell'arte molitoria, ormai in via di estinzione.
Poggio Berni è conosciuto anche grazie al centro Pesca affiliato al CONI che ha recentemente ospitato i campionati nazionali nei laghetti FIPSAS.

SAGRE: ogni anno viene organizzato il divertente Palio dei Somari, una sagra in cui naturalmente non mancano stand gastronomici con le migliori specialità culinarie del luogo accompagnate da buon vino romagnolo.



RISTORANTE PIZZERIA BRUSARUL da Massimo e Morena - www.brusarul.com - brusarul@hotmail.it - P.Iva 03 586 840 401
Privacy & Cookie Policy